Come ho reso felice una Community con un block notes ecologico dall’effetto nostalgia.

Oggetti di comunicazione: quaderno personalizzato

Un “gadget” personalizzato che comunica valori e mission dell’azienda.

 

L’occasione di collaborazione con la Community di Convergo è stata la cena di Natale 2018.

La fine d’anno è sempre il momento in cui si fanno i bilanci sull’attività svolta, si tirano le somme e si guardano ai progetti futuri con entusiasmo. Convergo è una community di professionisti e imprenditori che fanno network scambiandosi referenze e lavorando a progetti comuni.

Trovo che questo sia un concetto fantastico: lavorare insieme per fare meglio e fare di più; una community costantemente impegnata a migliorare il business dei suoi membri non può che avere come soci persone con un’etica professionale e dei valori personali alti e condivisi.

È bello vedere come tante persone che ne fanno parte abbiamo instaurato in qualche modo anche dei rapporti di amicizia, di fiducia oltre che di stima reciproca. Ed è in questo contesto di grande convivialità che si è svolta la cena di Natale.

Messo da parte il business per una sera, è rimasto solo il piacere di stare insieme.

 

La location:

la cena si è svolta nella Chiesta sconsacrata Sympò nel cuore di Bologna.

Un bellissimo luogo internamente ristrutturato, su due livelli, dove si sono succeduti aperitivo a buffet, cena seduti con dj e balli sul finale.

 

Il Gift aziendale: un “gadget” personalizzato dall’effetto nostalgia

Cosa puoi regalare a una Community fatta di imprenditori, architetti, avvocati e consulenti? Questa è la domanda che mi ha fatto Dario Argentini, presidente di Convergo.

Qualcosa che non sia banale, poco visto, unico, bello, elegante, personalizzato e piacevole al tatto? Qualcosa perché no, che possa far leva sui ricordi d’infanzia e creare quell’effetto nostalgia a cui sono ancorate le emozioni?

Ecco perché quando progetto un gift aziendale non mi piace mai parlare di gadget ma di oggetti di comunicazione, perché quando crei qualcosa di unico per un’azienda e non produci in serie, non puoi far altro che creare degli oggetti che raccontano senza parlare, che comunicano valori e mission e che fanno leva sulle emozioni.

 

Che cosa può rendere un oggetto così unico?

·      I materiali

·      Le finiture

·      Le tipologie di personalizzazione

·      I testi che ne raccontano la storia

·      La possibilità che ti accompagni per un intero anno

 

È così che è nato un notes interamente costituito da materiali riciclati e naturali che ricorda molto le pagine dei vecchi quaderni di scuola, quelli che molti usavano alle elementari. 

Con la copertina in ecopelle e i fogli in carta paglia naturale è un raccoglitore di pensieri, ricordi, idee e progetti.

L’idea in più è stata di renderlo ulteriormente diverso grazie al suo formato orizzontale.

Prezioso come un libro, anche grazie alla stampa della copertina in argento, è stato concepito per essere il custode di tutto il valore che questi professionisti sapranno mettere a disposizione l’uno dell’altro.

All’interno, come sempre, la comunicazione di eco-sostenibilità ambientale; dal valore nasce altro valore e si moltiplica in una catena senza fine.

 

Ero presente all’evento quella sera di dicembre, e ho visto con i miei occhi il risultato di quello studio. I sorrisi, la sorpresa e l’emozione nel prendere in mano un oggetto tanto comune quanto unico come in questo caso.

E quando le aziende fanno queste scelte, si rafforza in me la volontà di portare avanti questo progetto perché i risultati parlano da soli.

Perché bisogna scegliere la qualità di un oggetto che rinforzi l’immagine del brand nella mente del consumatore piuttosto che un gadget inflazionato che non racconta di te nulla di diverso da quello che fanno le altre aziende.

Il tuo posizionamento differenziante quando vendi servizi, può stare anche nel modo che hai di comunicarli.

E tu, saresti disposto a spendere qualcosa di più per un omaggio aziendale di cui i tuoi clienti non potranno più fare a meno piuttosto che per qualcosa che viene dimenticato nel cassetto?

Comunica sostenibile e raccontami; qual è il regalo più bello che hai mai ricevuto da un’azienda?